divisorio

http://www.liutandpartners.it/cms/wp-content/uploads/2017/11/sloga-home-page-studio-legale-liut-giraldo-parnters


Lo Studio Legale Associato Liut Giraldo & Partners, con sedi in Portogruaro (VE), Pordenone e Jesolo (VE), fondato nel 1997 e diretto dagli Avvocati Cassazionisti del Foro di Pordenone Gianluca Liut e Ilaria Giraldo, fornisce consulenza e assistenza legale stragiudiziale e giudiziale a privati, imprese ed enti pubblici, in ambito civile, penale e amministrativo.

 

I Professionisti dello Studio hanno maturato una consolidata esperienza e una specifica competenza — in ambito civile — in materia di responsabilità civile sia contrattuale sia extra-contrattuale, di risarcimento danni, di infortunistica stradale, di infortuni sul lavoro, di responsabilità medica [sia nei confronti della struttura (pubblica o privata) sia del sanitario], di diritto di famiglia [separazioni, divorzi, convenzioni matrimoniali], di consulenza contrattuale e compliance normativa a imprese e società, di recupero crediti, di diritto immobiliare [usucapioni, scioglimenti di comunioni], di diritto fallimentare, di obbligazioni e contratti, di successioni legittime e testamentarie, di donazioni, di condominio, di locazioni, di diritto del lavoro,  — in ambito penale — in materia di reati contro la persona [stalking, maltrattamenti in famiglia, violenza di genere, violenza sessuale, diffamazione], di reati contro il patrimonio [rapina, estorsione, truffa], di violazioni del codice della strada, — in ambito amministrativo — in materia di violazioni del codice della strada, di guida sotto l’influenza dell’alcool (Art. 186 C.d.S.), di guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanza stupefacenti (Art. 187 C.d.S.).

 

Lo Studio Legale Associato Liut Giraldo & Partners mette a disposizione della propria Clientela un appassionato servizio giuridico-legale per una efficace ed economica risoluzione di tutte le questioni regolate dal diritto civile, penale, amministrativo, tributario. Utilizzando le più moderne e avanzate tecnologie informatiche e telematiche, è in grado di assicurare ai propri Clienti e ai propri Assistiti un contatto costante e aggiornato sullo stato di ogni fascicolo, offrendo servizi innovativi di comunicazione, trasmissione di dati e documenti, consultazione delle banche dati pubbliche (P.R.A., Conservatoria dei Registri Immobiliari, Agenzia del Territorio, Camera di Commercio).


Lo Studio Legale Associato Liut Giraldo & Partners, specializzato in controversie familiari, separazioni, divorzi, risarcimenti danni, responsabilità civile, responsabilità medica, inadempienze contrattuali e incapacità professionali, questioni patrimoniali, commerciali e societarie, danni automobilistici, infortuni sul lavoro, offre alla propria Clientela una aggressiva capacità di mediazione in sede stragiudiziale per la soluzione di liti e contenziosi che possono trovare soluzione al di fuori delle aule giudiziarie, così da garantire un’apprezzata riduzione dei tempi e dei costi di risoluzione delle controversie in ogni ambito di competenza.

divisorio
News

LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato

LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato, fondato nel 1997 e diretto dagli avvocati GIANLUCA LIUT e ILARIA GIRALDO, fornisce assistenza e consulenza legale giudiziale e stragiudiziale a privati, imprese ed enti pubblici, in ambito civile, penale e amministrativo. LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato ha maturato una particolare esperienza in materia di responsabilità civile, di risarcimento danni, di responsabilità medica, di contratti, di diritto immobiliare, di diritto di famiglia, di diritto degli appalti, di reati contro la persona. Avvalendosi di un'estesa e consolidata rete di collaboratori e corrispondenti, LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato è in grado di assicurare ai propri clienti assistenza e difesa in tutto il territorio nazionale. E' possibile contattare LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato telefonando ai numeri 0421.71802 o 349.3318800 oppure inviando un'email all'indirizzo info@liutandpartners.it oppure inviando un fax ai numeri 0421.282315 o 0421.2531156.
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato ha aggiunto 2 nuove foto.
NEWSLETTER LIUT GIRALDO & PARTNERS 23518/1
SCHEDE. TRUFFA. Il vademecum ABI contro le truffe. La guida con i consigli utili per usare gli strumenti di pagamento in piena sicurezza, evitare di cadere nelle frodi online, non correre rischi dopo aver fatto un prelievo di denaro contante.

​Usare le carte di pagamento in piena sicurezza, evitare di cadere nelle frodi online, non correre rischi dopo aver prelevato denaro allo sportello automatico o in succursale. Arriva il vademecum dell’ABI per garantire maggiore sicurezza, in particolare agli anziani e a coloro i quali hanno minore educazione finanziaria. D’ora in poi, infatti, sarà a disposizione di tutte le Prefetture italiane la guida online messa a punto in formato elettronico dall’Associazione bancaria con i consigli utili per evitare truffe e inganni. Si tratta di pochi semplici accorgimenti e buone prassi, forniti con un linguaggio semplice e diretto per rafforzare la sicurezza riducendo i fattori di vulnerabilità e i comportamenti economicamente rischiosi.
La guida dell’ABI, si rivolge soprattutto alle fasce di popolazione più esposte al rischio di truffa e va ad affiancarsi agli strumenti e alle iniziative di formazione e informazione messe a punto dagli specifici Comitati di coordinamento, istituiti presso le Prefetture di tutto il Paese nell’ambito del protocollo firmato nel maggio del 2016 col Ministero dell’Interno. Obiettivo dell’accordo rafforzare la collaborazione tra banche e Forze dell’ordine per tutelare gli anziani e quanti hanno una scarsa educazione finanziaria, grazie ad una ancor più efficace azione di contrasto e prevenzione dei fenomeni criminali come truffe, frodi, furti.
Ecco, in sintesi, il vademecum con i “consigli utili” dell’ABI.
Quando si va in banca:
Non essere “abitudinari”, ad esempio andando in filiale sempre al medesimo giorno e ora o facendo sempre lo stesso percorso.
Non lasciarsi avvicinare da sconosciuti mentre si va o si torna dalla banca. Non dare mai seguito a richieste di mostrare soldi o documenti della banca.
Farsi accompagnare in banca, se possibile, da un familiare quando si deve versare o prelevare una somma rilevante di denaro.
Quando si usa il sito internet della banca:
Custodire con cura e modificare spesso i codici che permettono di utilizzare i servizi online della banca, ad esempio quelli per accedere al conto corrente. Non conservare mai i codici personali insieme al dispositivo che genera la password “usa e getta” per accedere ai servizi online.
Accedere al sito dall’indirizzo nella barra di navigazione e controllare sempre che il nome del sito corrisponda a quello della banca. Non entrare mai nella pagina del conto corrente attraverso riferimenti che si trovano nelle e-mail ricevute.
Aggiornare sempre i programmi di protezione sui dispositivi utilizzati e installare solo programmi e aggiornamenti ufficiali la cui provenienza è verificata. Segnalare alla banca qualsiasi anomalia, ad esempio l’apertura di finestre e pagine indesiderate.
Quando si preleva o si paga con la carta
Non prestare mai la carta che si usa per prelevare o fare pagamenti ad altre persone.
Custodire con molta cura – e mai insieme alla carta – il proprio codice Pin, usato per fare i pagamenti o i prelievi. Se possibile, imparare il codice a memoria ed evitare di comunicarlo ad altri.
Fare attenzione a non essere osservati quando si digita il codice per fare prelievi, versamenti e pagamenti con la carta. Coprire la tastiera mentre si digita il codice.
Quando si investono i risparmi
Verificare sempre che chi si ha davanti sia un soggetto abilitato a svolgere l’attività.
Non consegnare mai contanti alla persona che propone l’investimento. Assegni o bonifici devono essere solo a favore della banca, della società finanziaria, ecc. Non anticipare mai del denaro per poter acquistare dei prodotti di investimento.
Diffidare sempre da chi propone guadagni facili e sicuri o soluzioni “chiavi in mano”. A rendimenti elevati corrispondono rischi elevati.
Quando si parla di assegni e conto corrente
Non accettare mai assegni da sconosciuti o persone non fidate, né quelli privi di alcune informazioni poiché la banca potrebbe rifiutare il pagamento.
Non affidare mai in custodia ad altri il tuo libretto degli assegni, evita di spedire gli assegni, non trasmettere mai fotocopie di assegni e non permettere ad altri, se non legittimati, di farne una copia.
Controlla sempre con attenzione l’estratto conto, il documento che riepiloga le entrate e le uscite del conto corrente, e segnala alla banca ogni presunto errore.
Cosa fare se … Sono stato raggirato
Contatta immediatamente le forze dell’ordine e successivamente la banca. Tieni sempre a portata di mano i numeri telefonici di riferimento.
Cosa fare se … Ho perso o mi hanno rubato la carta
Chiama immediatamente l’apposito numero verde del servizio di “Blocco carta” che ti è stato comunicato al momento della consegna della carta e contatta al più presto la banca. Successivamente denuncia alle Forze dell’Ordine lo smarrimento, il furto e/o l’utilizzo indebito della carta e consegna una copia della denuncia alla banca.

(Fonte: https://www.abi.it/Pagine/news/Vademecum_antitruffa.aspx )
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Newletter LIUT GIRALDO & PARTNERS 22052018/3
Femminicidio: "Nel 44,6% dei casi, la futura vittima aveva denunciato senza tuttavia ottenere una qualche forma di protezione sufficiente a salvarle la vita"

Le norme per il contrasto della violenza di genere che hanno l'obiettivo di prevenire il femminicidio e proteggere le vittime sono contenute nel Decreto Legge 14 agosto 2013, n. 93 convertito nella Legge 15 ottobre 2013, n. 119 (G.U. 15 ottobre 2013, n. 242).
Sulla base delle indicazioni provenienti dalla Convenzione del Consiglio d’Europa, fatta ad Istanbul l’11 maggio 2011, concernente la lotta contro la violenza contro le donne e in ambito domestico di Istanbul, recentemente ratificata dal Parlamento, il decreto mira a rendere più incisivi gli strumenti della repressione penale dei fenomeni di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e di atti persecutori (stalking).
Vengono inasprite le pene quando:
il delitto di maltrattamenti in famiglia è perpetrato in presenza di minore degli anni diciotto;
il delitto di violenza sessuale è consumato ai danni di donne in stato di gravidanza;
il fatto è consumato ai danni del coniuge, anche divorziato o separato, o dal partner.
Un secondo gruppo di interventi riguarda il delitto di stalking:
viene ampliato il raggio d’azione delle situazioni aggravanti che vengono estese anche ai fatti commessi dal coniuge pure in costanza del vincolo matrimoniale, nonché a quelli perpetrati da chiunque con strumenti informatici o telematici;
viene prevista l’irrevocabilità della querela per il delitto di atti persecutori nei casi di gravi minacce ripetute (ad esempio con armi).
Sono previste una serie di norme riguardanti i maltrattamenti in famiglia:
viene assicurata una costante informazione alle parti offese in ordine allo svolgimento dei relativi procedimenti penali;
viene estesa la possibilità di acquisire testimonianze con modalità protette allorquando la vittima sia una persona minorenne o maggiorenne che versa in uno stato di particolare vulnerabilità;
viene esteso ai delitti di maltrattamenti contro famigliari e conviventi il ventaglio delle ipotesi di arresto in flagranza;
si prevede che in presenza di gravi indizi di colpevolezza di violenza sulle persone o minaccia grave e di serio pericolo di reiterazione di tali condotte con gravi rischi per le persone, il Pubblico Ministero – su informazione della polizia giudiziaria - può richiedere al Giudice di irrogare un provvedimento inibitorio urgente, vietando all’indiziato la presenza nella casa familiare e di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa.
Infine, è stabilito che i reati di maltrattamenti ai danni di familiari o conviventi e di stalking sono inseriti tra i delitti per i quali la vittima è ammessa al gratuito patrocinio anche in deroga ai limiti di reddito (il gratuito patrocinio a prescindere dal reddito è previsto anche per le vittime di mutilazioni genitali femminili).
(Fonte: http://www.altalex.com)
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Newsletter LIUT GIRALDO & PARTNERS 22052018/2
NORMATIVA. "Cyberbullismo" minorile. Tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno. La Legge 29 maggio 2017 n. 71. In vigore dal 18.06.2017.

Il 18.06.2017 è entrata in vigore la Legge 29 maggio 2017 n. 71 recante "Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo" in vigore dal 18.06.2017.
Per «cyberbullismo» si intende "qualunque forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione, furto d'identità, alterazione, acquisizione illecita, manipolazione, trattamento illecito di dati personali in danno di minorenni, realizzata per via telematica, nonché la diffusione di contenuti on line aventi ad oggetto anche uno o più componenti della famiglia del minore il cui scopo intenzionale e predominante sia quello di isolare un minore o un gruppo di minori ponendo in atto un serio abuso, un attacco dannoso, o la loro messa in ridicolo".
L'obiettivo della legge è contrastare il fenomeno del cyberbullismo in tutte le sue manifestazioni, con azioni a carattere preventivo e con una strategia di attenzione, tutela ed educazione nei confronti dei minori coinvolti, sia nella posizione di vittime sia in quella di responsabili di illeciti, assicurando l'attuazione degli interventi senza distinzione di età nell'ambito delle istituzioni scolastiche.
Gestore del sito internet è il prestatore di servizi della società dell'informazione che, sulla rete internet, cura la gestione dei contenuti di un sito in cui si possono riscontrare le condotte di cyberbullismo; non sono considerati gestori gli access provider, i cache provider e i motori di ricerca.
La vittima di cyberbullismo, che abbia compiuto almeno 14 anni, e i genitori o esercenti la responsabilità sul minore, può inoltrare al titolare del trattamento o al gestore del sito internet o del social media un'istanza per l'oscuramento, la rimozione o il blocco di qualsiasi altro dato personale del minore, diffuso nella rete internet. Se non si provvede entro 48 ore, l'interessato può rivolgersi al Garante della Privacy che interviene direttamente entro le successive 48 ore.
Il ruolo della scuola nel contrasto al cyberbullismo: in ogni istituto tra i professori sarà individuato un referente per le iniziative contro il bullismo e il cyberbullismo. Il MIUR ha il compito di predisporre linee di orientamento di prevenzione e contrasto puntando, tra l'altro, sulla formazione del personale scolastico e la promozione di un ruolo attivo degli studenti, mentre ai singoli istituti è demandata l'educazione alla legalità e all'uso consapevole di internet. Alle iniziative in ambito scolastico collaboreranno anche polizia postale e associazioni territoriali. Il dirigente scolastico che venga a conoscenza di atti di cyberbullismo (salvo che il fatto costituisca reato) deve informare tempestivamente i soggetti che esercitano la responsabilità genitoriale o i tutori dei minori coinvolti e attivare adeguate azioni di carattere educativo.
Ammonimento da parte del questore: è stata estesa al cyberbullismo la procedura di ammonimento prevista in materia di stalking (art. 612-bis c.p.).
In caso di condotte di ingiuria (art. 594 c.p.), diffamazione (art. 595 c.p.), minaccia (art. 612 c.p.) e trattamento illecito di dati personali (art. 167 del codice della privacy) commessi mediante internet da minori ultraquattordicenni nei confronti di altro minorenne, fino a quando non è proposta querela o non è presentata denuncia è applicabile la procedura di ammonimento da parte del questore. A tal fine il questore convoca il minore, insieme ad almeno un genitore o ad altra persona esercente la responsabilità genitoriale; gli effetti dell'ammonimento cessano al compimento della maggiore età.
(Fonte: http://www.altalex.com)

#NewsletterLIUTGIRALDOPARTNERS
#CyberbullismominorileLIUTGIRALDOPARTNERS

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2018/05/22/cyberbullismo-arriva-manuale-corecom_413dc889-7ba5-4530-8f6d-7d31509eafaf.html
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
News Liut Giraldo & Partners 22518/1

Bitcoin: operazione anti truffe in Usa
Wp,almeno 70 indagini avviate, foto vip per attirare investitori

Redazione ANSA
NEW YORK
21 maggio 2018

Le autorità americane e canadesi lanciano un affondo contro le truffe nelle criptovalute, in quella che è la maggiore operazione delle forze dell'ordine nei confronti del Bitcoin. Lo riporta il Washington Post, sottolineando che almeno 70 indagini sono state avviate in più di 40 giurisdizioni americane e canadese. Gli investigatori hanno individuato migliaia di domini legati alle criptovalute e a possibili truffe: oltre a promettere rendimenti record, alcuni siti usavano addirittura foto di vip per mostrare la loro bontà.
Alcuni siti hanno usato la foto del giudice della Corte Suprema americana Ruth Bader Ginsburg, altri le immagini dell'attrice Jennifer Aniston e altri quelle del principe Carlo (ANSA).

https://goo.gl/images/pJ9sGX

#NewsLiutGiraldoandpartners
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Lo STUDIO LEGALE ASSOCIATO LIUT GIRALDO & PARTNERS degli avv.ti Gianluca Liut e Ilaria Giraldo, con sedi in Portogruaro (VE)—Corso Martiri della Libertà n. 156 e Pordenone—Via De Paoli n. 5 (www.liutandpartners.it—https://www.facebook.com/liutgiraldoandpartners.it/) ricerca Avvocato e Praticante Avvocato per inserimento nell'organico di Studio.
Sono richiesti: ottima preparazione universitaria, motivazione, curiosità intellettuale, professionalità, flessibilità, attitudine al lavoro in team e al problem solving, precisione, affidabilità, autonomia, doti relazionali e comunicative. Richiedesi patente B.
Ai candidati prescelti sarà offerta l'opportunità di lavorare in un ambiente dinamico e stimolante, dotato delle più moderne tecnologie informatiche e di ricerca giuridica, idoneo a premiare le migliori giovani professionalità.
Previsto rimborso spese. Riconoscimento economico correlato all'impegno profuso e ai risultati raggiunti.
Materie prevalentemente trattate: in ambito civile, responsabilità civile, responsabilità medica, risarcimento danni, diritto del lavoro, diritto della previdenza sociale, contrattualistica, diritto di famiglia, diritto immobiliare, successioni, diritto d'impresa, società, condominio, locazioni, successioni, recupero crediti, assicurazioni, esecuzioni, diritto fallimentare; in ambito penale,
delitti contro la persona, maltrattamenti, stalking, delitti contro il patrimonio, reati fallimentari, stupefacenti.
Inviare curriculum vitae e piano degli esami universitari via email all'indirizzo info@liutandpartners.it
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato ha aggiunto 2 nuove foto.
"Gli aspetti medico legali della demenza" il titolo della relazione tenuta oggi dal Prof. Sebastiano D'Anna e dall’Avv. Ilaria Giraldo nell'ambito del Convegno UPDATE SULLE DEMENZE
all'Hotel Savoy Beach di Bibione (VE).
#aspettimedicolegalidellademenza
#updatesulledemenze
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Newsletter LIUT GIRALDO & PARTNERS 15.05.2018/1

GIURISPRUDENZA CIVILE
DIRITTO ALL’AUTODETERMINAZIONE PERSONALE – DIAGNOSI DI PATOLOGIA AD ESITO CERTAMENTE INFAUSTO – RISARCIMENTO DANNI

La violazione del diritto di determinarsi liberamente nella scelta dei propri percorsi esistenziali, in una condizione di vita affetta da patologie ad esito certamente infausto, coincide con la lesione di un bene di per sé autonomamente apprezzabile sul piano sostanziale, tale da non richiedere, una volta attestato il colpevole ritardo diagnostico della condizione patologica, l'assolvimento di alcun ulteriore onere di allegazione argomentativa o probatoria, potendo giustificare una condanna al risarcimento del danno con liquidazione equitativa.

(Cassazione Civile, Sez. III, Ordinanza n. 7260 del 23/03/2018—Presidente: G. Travaglino Relatore: M. Dell'Utri)
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
"Gli aspetti medico legali della demenza" è il titolo della relazione che l'Avv. Ilaria Giraldo terrà, insieme al Prof. Sebastiano D'Anna, sabato 19.05.2018, nell'ambito del Convegno UPDATE SULLE DEMENZE, che si terrà a Bibione presso l'Hotel Savoy Beach di Bibione (VE).
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Sismabonus per la messa in sicurezza degli edifici. Detrazione anche per chi demolisce e ricostruisce la casa
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Chiazza d'olio in autostrada, esclusa la responsabilità del gestore
"Il fatto del terzo" con incidenza causale esclusiva nella determinazione del danno esonera da responsabilità il custode
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Responsabilità medica: non responsabile il radiologo per la tardiva diagnosi
Per la Cassazione il radiologo effettua la mammografia e ne dà lettura, senza sostituirsi alla valutazione clinica degli specialisti
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Minaccia: dal 9 maggio reato estinto riparando il danno
Il reato, ora tra quelli procedibili a querela ai sensi del d.lgs. 36/2018, potrà giovare dell'istituto della riparazione previsto dal nuovo art. 162-ter c.p.
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Il link agli atti multimediali del Convegno “La Vita oltre la Vita. Riflessioni tra etica, diritto, economia e scienza” tenutosi a Portogruaro il 28.04.2018 al Teatro Comunale Luigi Russolo sul tema del fine vita, organizzato da Il Dialogo Portogruarese, l’Associazione Amici del Liceo XXV Aprile, lo Studio Legale Associato Liut Giraldo & Partners, caricati sulla piattaforma social YouTube:
https://www.youtube.com/watch?v=V1jIAawi8fI
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
La Vita oltre la Vita. Riflessioni tra Etica, Diritto, Economia e Scienza
Trasmissione #LIVE! del 28 Aprile 2018, da Portogruaro (VE)
youtube.com
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato ha condiviso il video in diretta di BookMark TV.
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
BookMark TV
La Vita oltre la Vita. Riflessioni tra Etica, Diritto, Economia e Scienza - Trasmesso #Live da Portogruaro (VE)
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato ha condiviso il post di Gianluca Forcolin.
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Il Voluntary Assisted Dying Act 2017. Lo Stato di Victoria (Australia) legifera in materia di suicidio ed eutanasia medicalmente assistiti

di Luigi Gaudino - 4 dicembre 2017, in rivistaresponsabilitamedica.it

Il 29 novembre 2017 la Legislative Assembly, lower house del Parlamento dello Stato australiano di Victoria, ha approvato definitivamente (46 voti favorevoli e 37 contrari) il Voluntary Assisted Dying Act, nel testo già adottato (22 voti favorevoli e 18 contrari) il 22 novembre 2017 dal Legislative Council (upper house). Con il completamento dell’ultimo passaggio – ottenimento del Royal Assent da parte del Governatore – il bill entrerà definitivamente nella raccolta delle leggi di questo importante Stato della federazione australiana.

La notizia si affiancata a quella, di segno opposto, proveniente dal New South Wales, dove una proposta analoga figura essere stata respinta dal Legislative Council (19 i voti favorevoli, 20 quelli contrari).

La legge dello stato australiano consente ai malati terminali di ottenere − subordinatamente al rispetto di una complessa procedura − l’aiuto medico al suicidio e, in determinati casi, la somministrazione della sostanza letale da parte del medico stesso.

La legge entrerà in vigore il 19 giugno 2019 e prevede l’istituzione di un Voluntary Assisted Dying Review Board con compiti di controllo, ispezione, revisione, consulenza all’amministrazione e al Parlamento.

Le legge stessa attribuisce al Ministro competente il potere di promuovere un Report sul funzionamento della legge dopo i primi quattro anni di sua applicazione, al fine di verificare la necessità di revisione della normativa.

Merita segnalare come, con questa nuova disciplina, il Parlamento di Melbourne si ponga nella scia delle scelte normative operate dal Canada nel 2016 [An Act to amend the Criminal Code and to make related amendments to other Acts (medical assistance in dying)].

http://www.rivistaresponsabilitamedica.it/voluntary-assisted-dying-act-2017-lo-victoria-australia-legifera-materia-suicidio-ed-eutanasia-medicalmente-assistiti/
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Il Papa: evitare l’accanimento terapeutico non è eutanasia
da Il Secolo d'Italia, giovedì 16 novembre 2017

“Non attivare mezzi sproporzionati o sospenderne l’uso, equivale a evitare l’accanimento terapeutico, cioè compiere un’azione che ha un significato etico completamente diverso dall’eutanasia, che rimane sempre illecita, in quanto si propone di interrompere la vita, procurando la morte”. Lo sottolinea il Papa, in un messaggio a mons. Vincenzo Paglia e al Meeting regionale europeo della World Medical Association sulle questioni del ‘fine-vita’. “Gli interventi sul corpo umano diventano sempre più efficaci, ma non sempre sono risolutivi: possono sostenere funzioni biologiche divenute insufficienti, o addirittura sostituirle, ma questo non equivale a promuovere la salute. Occorre quindi – dice il Papa – un supplemento di saggezza, perché oggi è più insidiosa la tentazione di insistere con trattamenti che producono potenti effetti sul corpo, ma talora non giovano al bene integrale della persona”.

Bergoglio, citando un discorso che Pio XII rivolse 60 anni fa ad anestesisti e rianimatori, ricorda che “affermò che non c’è obbligo di impiegare sempre tutti i mezzi terapeutici potenzialmente disponibili e che, in casi ben determinati, è lecito astenersene. È dunque moralmente lecito rinunciare all’applicazione di mezzi terapeutici, o sospenderli, quando il loro impiego non corrisponde a quel criterio etico e umanistico che verrà in seguito definito ‘proporzionalità delle cure’. L’aspetto peculiare di tale criterio è che prende in considerazione ‘il risultato che ci si può aspettare, tenuto conto delle condizioni dell’ammalato e delle sue forze fisiche e morali’. Consente quindi di giungere a una decisione che si qualifica moralmente come rinuncia all”accanimento terapeutico'”.

Si tratta, sottolinea il Papa, di “una scelta che assume responsabilmente il limite della condizione umana mortale, nel momento in cui prende atto di non poterlo più contrastare. ‘Non si vuole così procurare la morte: si accetta di non poterla impedire’, come specifica il Catechismo della Chiesa Cattolica. Questa differenza di prospettiva restituisce umanità all’accompagnamento del morire, senza aprire giustificazioni alla soppressione del vivere”.

Il Papa, nel messaggio al Meeting sul ‘fine vita’, ricorda che la dignità della persona viene prima di tutto: “Per stabilire se un intervento medico clinicamente appropriato sia effettivamente proporzionato non è sufficiente applicare in modo meccanico una regola generale. Occorre un attento discernimento, che consideri l’oggetto morale, le circostanze e le intenzioni dei soggetti coinvolti. La dimensione personale e relazionale della vita – e del morire stesso, che è pur sempre un momento estremo del vivere – deve avere, nella cura e nell’accompagnamento del malato, uno spazio adeguato alla dignità dell’essere umano. In questo percorso la persona malata riveste il ruolo principale. È anzitutto lui che ha titolo, ovviamente in dialogo con i medici, di valutare i trattamenti che gli vengono proposti e giudicare sulla loro effettiva proporzionalità nella situazione concreta, rendendone doverosa la rinuncia qualora tale proporzionalità fosse riconosciuta mancante”.

Le cure, ammonisce ancora il Papa, devono essere accessibili a tutti: “Trattamenti progressivamente più sofisticati e costosi sono accessibili a fasce sempre più ristrette e privilegiate di persone e di popolazioni, ponendo serie domande sulla sostenibilità dei servizi sanitari. Una tendenza per così dire sistemica all’incremento dell’ineguaglianza terapeutica. Essa è ben visibile a livello globale, soprattutto comparando i diversi continenti. Ma è presente anche all’interno dei Paesi più ricchi, dove l’accesso alle cure rischia di dipendere più dalla disponibilità economica delle persone che dalle effettive esigenze di cura”.

http://www.secoloditalia.it/2017/11/il-papa-evitare-laccanimento-terapeutico-non-e-eutanasia/
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato ha aggiunto 8 nuove foto.
Sabato 28 aprile 2018, ore 8.30
Portogruaro (VE) Teatro Comunale "Luigi Russolo"
Convegno “La Vita oltre la Vita. Riflessioni tra etica, diritto, economia e scienza”.

Diretta web curata da BOOKMARK TV
(pagina facebook: https://www.facebook.com/BookMarkTV/ )
(pagina Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCQITmG6POoRdA-xQukKSAy )

L'evento sarà registrato da RADIO RADICALE

Il Convegno ha ottenuto il Patrocinio della Regione del Veneto, della Città di Portogruaro, del Consiglio Notarile di Pordenone, dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Venezia, dell'AULSS 4 Veneto Orientale, del Rotary Club di Portogruaro.

Iscrizioni via mail all’indirizzo PEO segreteria.convegni@liutandpartners.it

I temi trattati nel Convegno: il diritto all'autodeterminazione dell'individuo, in relazione agli atti di disposizione per il tempo oltre la cessazione del vivere —sia patrimoniali che non patrimoniali— e agli atti destinati a pianificare in modo condiviso con i sanitari il tempo delle cure mediche, e segnatamente delle D.A.T. (Disposizioni Anticipate di Trattamento), secondo la disciplina di cui alla L. 219 del 22.12.2017, entrata in vigore il 31.01.2018. Riflessioni tra etica, diritto, economia e scienza in materia di consenso libero e informato nei trattamenti sanitari, fine vita, testamento biologico, istigazione al suicidio, omicidio pietatis causa, eutanasia, trust, tutela del patrimonio per il dopo di noi.
Il Convegno si propone come un momento di approfondita riflessione, attraverso la voce di alcuni tra i più autorevoli giuristi, medici, studiosi di bioetica e professionisti nelle rispettive aree di competenza, sui "confini dei territori alla fine della vita", secondo la suggestiva definizione di Giovanni Maria Flick nel suo "Elogio della dignità".

L’evento è organizzato dall’Associazione il Dialogo Portogruarese, dall’Associazione Amici del Liceo XXV Aprile, dallo Studio Legale Associato Liut & Partners degli Avv.ti Gianluca Liut e Ilaria Giraldo, in collaborazione con l'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica e con l'Università della Terza Età del Portogruarese.

Media Partners dell’evento sono il mensile OBIETTIVO TERRITORIO, BOOKMARK TV e MEDIA 24.

L’evento è stato accreditato dall'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Pordenone (1 CF per Dottori Commercialisti) e dal Consiglio Notarile di Pordenone (4 CF in Deontologia). Entro novanta giorni dal Convegno gli Avvocati interessati al riconoscimento di crediti formativi devono presentare domanda al Consiglio dell'Ordine di appartenenza ai sensi dell'art. 22 c. V del Regolamento per la formazione continua 16.07.2014 n. 6 del Consiglio Nazionale Forense.

Iscrizioni via mail all’indirizzo PEO segreteria.convegni@liutandpartners.it
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Questa sera, in diretta su IL13, con Gigi di Meo e Lucio Leonardelli, per presentare il convegno di sabato 28 aprile 2018 al Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro “La Vita oltre la Vita. Riflessioni tra etica, diritto, economia e scienza”.
Diretta Facebook su Bookmark TV
Telecamere e microfoni di Radio Radicale
Iscrizioni: mail a segreteria.convegni@liutandpartners.it
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato ha condiviso il post di Studio Cataldi.
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato ha aggiornato la sua immagine del profilo.
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Assegno di mantenimento: principio di autosufficienza si fa strada anche nella separazione
Corte d'Appello, Roma, sezione famiglia, ordinanza 15/11/2017
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Convegno sui temi del fine vita, del testamento biologico, delle DAT (Disposizioni Anticipate di Trattamento), della relazione medico-paziente, della pianificazione condivisa delle cure.

Portogruaro (VE)
Sabato 28 aprile 2018 ore 8:30
Teatro Comunale Luigi Russolo
Patrocinio Regione Veneto e Città di Portogruaro.
Iscrizioni:
PEO segreteria.convegni@liutandpartners.it
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Fine vita. Convegno a Portogruaro (VE)
Sabato 28 aprile 2018 ore 8:30
Teatro Comunale Luigi Russolo
Patrocinio Regione Veneto e Città di Portogruaro.
Si consiglia la prenotazione:
PEO segreteria.convegni@liutandpartners.it
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
Convegno “La Vita oltre la Vita. Riflessioni tra etica, diritto, economia e scienza”— Portogruaro (VE)—28.04.2018, inizio ore 8.30

L’intervista ai responsabili della Segreteria Scientifica e Organizzativa Avv. Ilaria Giraldo e Avv. Gianluca Liut su Adige TV e sul mensile Obiettivo Territorio Veneto Friuli, pag. 10—11.
http://adige.tv/pdf/4235xweb200418.pdf
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
08.04.2018, Concordia Sagittaria (VE): l'Avv. Gianluca Liut, in diretta su Media 24 durante la trasmissione "L'Altra Domenica", presenta il Convegno del 28.04.2018 al Teatro Comunale "Luigi Russolo" di Portogruaro (VE) "La Vita oltre la Vita. Riflessioni tra etica, diritto, economia e scienza"

Dal minuto 2.05.35 al minuto 2.20.55

https://www.youtube.com/watch?v=xWN3cXjyCQY&feature=share
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
L'ALTRA DOMENICA 08 04 2018
L'ALTRA DOMENICA 08 04 2018
youtube.com
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
08.04.2018, Concordia Sagittaria (VE): l'Avv. Gianluca Liut, in diretta su Media 24 durante la trasmissione "L'Altra Domenica", presenta il Convegno del 28.04.2018 al Teatro Comunale "Luigi Russolo" di Portogruaro (VE) "La Vita oltre la Vita. Riflessioni tra etica, diritto, economia e scienza", sui temi del fine vita, del testamento biologico, delle DAT (Disposizioni Anticipate di Trattamento), della relazione medico-paziente, della pianificazione condivisa delle cure.
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato
LIUT GIRALDO & PARTNERS Studio Legale Associato ha aggiunto 2 nuove foto.
18-19 MAGGIO 2018
Convegno "UP DATE sulle DEMENZE"
(San Michele al Tagliamento, Hotel Holiday Terme, Corso Europa n. 49)

L'Avv. Ilaria Giraldo sarà correlatrice, con il dott. Sebastiano d'Anna, sul tema "Gli aspetti medico legali della demenza"
Sabato, 19 maggio 2018, ore 11.45
San Michele al Tagliamento
Hotel Holiday Terme, Corso Europa n. 49

Presentazione del Convegno
Nell’ambito della demenza di Alzheimer, è stata lanciata una
sfida globale, che vede coinvolti scienziati, clinici e rappresentanti
politici, dopo che si è fatta una stima della diffusione
endemica di tale malattia; si contano oggi 25 milioni di persone
affette in tutto il mondo, cifra che, secondo le previsioni, è
destinata a quadruplicare entro il 2050.
La grande speranza di chi si occupa di demenza è quella di
poter prevenire la comparsa/progressione del declino cognitivo,
considerato che gli studi clinici finora condotti hanno dimostrato
che è forse troppo tardi iniziare il trattamento con
farmaci antiamiloide nei pazienti dementi, quando la neurodegenerazione
è già in atto.
Sono in corso nuovi studi in pazienti in stadio preclinico o
prodromico con farmaci che riducono la produzione di beta-
amiloide o con anticorpi in grado di determinarne la rimozione
dal tessuto cerebrale; altre strategie tengono conto
delle evidenze epidemiologiche relative al ruolo protettivo di
stili di vita sani, come la dieta mediterranea e l’attività fisica,
nel contrastare i meccanismi coinvolti nel danno vascolare
associati alla tossicità della beta-amiloide. Sono inoltre in
corso prove di stimolazione cognitiva, magnetica ed elettrica
del cervello, che offrono risultati promettenti.
Nel corso dell’incontro si cercherà di approfondire queste
prospettive ed i meccanismi sottesi alle diverse evidenze
scientifiche, grazie al contributo di alcuni dei massimi esperti
nel settore.
divisorio



Non siamo eroi, noi avvocati.

Avv. Ilaria Giraldo - Studio Legale Liut Giraldo & Partners NEW1Ma se solo si comprendesse quanti sacrifici e quanta fatica, e nondimeno quanta passione e quanto orgoglio sono intessuti nella trama e nell’ordito della toga con cui copriamo le nostre spalle, pesantemente gravate dai problemi altrui di cui ci facciamo ogni giorno carico… se solo si comprendesse, l’Avvocatura non sarebbe costretta a reclamarlo quel rispetto, più che dovuto, per la dignità della professione forense, noi orgogliosamente figli della Giustizia, e non certo di un dio minore.

E se pure fossimo figli naturali, tanto meglio.

Ilaria Giraldo (24.11.2015) —

Facebook Google+ Linkedin Twitter
Privacy Policy    Cookies Policy