Diritto penale. Punite come truffa le false detrazioni di assegni familiari.

marzo 10, 2010 in Diritto penale da Liut & Partners


(Cassazione, sentenza 8537/2010)

L’imprenditore che porta in detrazione gli assegni familiari senza corrisponderli ai propri dipendenti è punibile per truffa e non per semplice evasione contributiva. Lo ha chiarito la Cassazione con la sentenza 8537/2010 secondo la quale la fittizia esposizione di somme non corrisposte al lavoratore induce in errore l’istituto previdenziale sul diritto al conguaglio realizzando in questo modo un ingiusto profitto, tipico del reato di truffa.

(http://www.guidaaldiritto.ilsole24ore.com/ContentGuidaDiritto/Viewer.aspx?IdDocumento=11466299&IdFonteDocumentale=5&cmd=gdnews&action=doc)