Presa con 28 chili di “maria” Greca condannata a 32 mesi

dicembre 6, 2013 in Diritto penale, Generale, Rassegna stampa da Liut & Partners

marijuanaPresa con 28 chili di “maria” Greca condannata a 32 mesi.

Due anni e otto mesi di reclusione e 12mila euro di multa, detenzione domiciliare in un istituto di accoglienza cittadino, divieto di contatto con terzi. Questa la pena inflitta dal gip del Tribunale di Venezia Alberto Scaramuzza a una donna greca, la cinquantenne Anastasiou Krystalenia, imputata di trasporto e detenzione di oltre 28 chili di marijuana purissima, del valore commerciale di circa 250mila euro. La donna, difesa dall’Avvocato Gianluca Liut, era stata arrestata lo scorso 14 aprile mentre sbarcava da un traghetto della Anek Lines proveniente dal porto greco di Igoumenitza, alla guida di una vecchia Fiat Multipla. Nel corso di un ordinario controllo dei documenti del veicolo e del conducente, i cani della Guardia di Finanza avevano fiutato qualcosa all’interno dell’auto. All’interno del vano i finanzieri avevano scoperto 28 pacchetti confezionati con cellophane e scotch da pacchi, del peso di circa un chilo ciascuno: marijuana di prima qualità. La donna era stata arrestata e rinchiusa alla Giudecca. Dall’analisi del navigatore satellitare sequestrato alla donna risultava diretta a Innsbruck. La donna, in carcere da otto mesi, dovrà scontare la pena residua alla Casa Beato Giovanni XXIII di Venezia, con il divieto di avere contatti con estranei.

(Fonte: LA NUOVA VENEZIA, 05.12.2013—http://nuovaVenezia.gelocal.it/cronaca/2013/12/05/news/presa-con-28-chili-di-maria-greca-condannata-a-32-mesi-1.8247027)